A ventisei anni trovata mortain una stanza dell'hotel Caprice Geo rgiana Orsini viveva all'ultimo piano dell'albergo di via Liguria Era figlia del principe Orsini. A ritrovarla giovedì sera è stat a la nonna

di Angela Camuso

UNA MORTE MISTERIOSA, quella della giovanissima principessa Giorgiana Orsini, figlia del principe Orsini, erede di una delle casate aristocratiche più note della capitale. La ragazza, 26 anni, è stata trovata cadavere ieri mattina a mezzogiorno ai piedi del letto, semisvestita, dentro una stanza all'ultimo piano dell'hotel Caprice di via Liguria. Il ballatoio dell'hotel Caprice, infatti, è da tempo affittato alla famiglia nobiliare. La giovane donna è stata trovata morta dalla nonna, che abita in una stanza accanto e ha deciso di entrare in quella di Giorgiana quando non ha ricevuto risposta ai tocchi sulla porta. Non soffriva di particolari patologie fisiche la principessa Giorgiana, ma era tuttavia spesso in preda crisi depressive: nella stanza è stata trovata una boccetta vuota di pasticche per l'ulcera e due bottiglie di coca-cola, anch'esse vuote. Nessun segno di violenza sul cadavere, invece: a quanto pare Giorgiana Orsini, che era vestita con pantaloni e reggiseno, sarebbe stata colta da malore ieri sera, mentre si stava spogliando per andare a dormire. Il portiere dell'albergo, infatti, l'ha vista rientrare intorno alle 11, sola come al solito: Giorgiana, non sposata e non fidanzata ufficialmente, è descritta come una ragazza semplice, molto introversa e solitaria. «La nonna era passata a salutarla attorno alle 22.30, all'orario in cui era solita rientrare a casa e avevano anche fatto un programma per uscire oggi», riferisce don Alfredo Abbondi, un amico della famiglia che ieri è andato all'hotel Caprice per benedire la salma. Quando i poliziotti del commissariato Castro Pretorio hanno trovato il suo corpo Giorgiana non indossava alcun gioiello, ma stando a quanto riferito dai familiari alla polizia la ragazza non usava ornamenti del genere. L'ipotesi di un omicidio, al momento, secondo gli investigatori diretti da Domenico Condello sarebbe da escludere. Piuttosto, è più probabile che Giorgiana abbia avuto una congestione di stomaco bevendo tutto d'un fiato la coca cola, oppure che sia morta per un'overdose di pasticche per l'ulcera o di chissà quale altra specie di medicinali, visto che il contenitore è stato trovato vuoto e dunque non si può escludere che fosse stato riempito di pasticche di tipo diverso da quelle indicate nell'etichetta. Non sarebbero state trovate tracce di stupefacenti e la principessa non ha lasciato alcuna lettera di addio: si attendono l'esito dell'autopsia e il risultato degli esami tossicologici disposti dal pm Adelchi D'Ippolito. I genitori della principessa si trovavano in vacanza a Forte dei Marmi quando sono stati avvertiti della tragedia. @BE:CAMUSO

27 August 2005 pubblicato nell'edizione di Roma (pagina 3)